Appalti sotto soglia, l'Anac risponde all'UE

13/02/2019 – Risolvere gli aspetti critici del Codice Appalti, che secondo la Commissione Europea non è conforme alle norme comunitarie. Con questo obiettivo l’Autorità nazionale Anticorruzione ipotizza la modifica delle linee guida n.4 sui contratti pubblici di importo inferiore alle soglie comunitarie.

Per farlo ha messo in consultazione, fino al 21 febbraio, un nuovo testo che tiene conto di alcune modifiche normative intervenute con la Legge di Bilancio per il 2019.

Lavori fino a 150mila euro: affidamenti diretti con tre preventivi
Per il 2019 le nuove linee guida consentiranno, negli appalti di lavori tra 40mila e 50mila euro, di ricorrere all’affidamento diretto previa richiesta di tre preventivi. Ci si adegua così alla norma transitoria, introdotta dalla Legge di Bilancio, che per i lavori di importo pari o superiore a 40mila euro e inferiore a 150mila euro consente di utilizzare l’affidamento diretto..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »