Architettura umanitaria, la guida del CNAPPC

07/08/2019 – Sviluppare e valorizzare l’impegno civile degli architetti che intendono lavorare in situazioni emergenziali, svantaggiate e critiche nell’ambito della cooperazione internazionale.

Questo l’obiettivo della Guida ‘Lo spazio morale’, pubblicata dal Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, in particolare dal Dipartimento Cooperazione, solidarietà e protezione civile in collaborazione con il Dipartimento Ambiente, energia e sostenibilità.

Cooperazione umanitaria: l’importanza del progetto architettonico
Si identifica come Settore Umanitario l’insieme di tutti quegli ambiti in cui si opera a beneficio di popolazioni svantaggiate o in pericolo (per guerre, alluvioni, terremoti, ecc). Per crisi umanitarie si intendono situazioni che possono mettere in pericolo la sopravvivenza della comunità stessa. Chi opera in questo ambito si deve preoccupare di attuare in..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »