Equo compenso, nasce il Nucleo di monitoraggio (ma solo per gli avvocati)

Equo compenso, nasce il Nucleo di monitoraggio (ma solo per gli avvocati)

03/07/2019 – Nasce il ‘Nucleo Centrale di monitoraggio della disciplina dell’equo compenso’ ma, al momento, interessa solo gli avvocati piuttosto che tutti i liberi professionisti. È stato, infatti, firmato ieri, nello studio del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, il protocollo d’intesa per l’istituzione del Nucleo Centrale di monitoraggio della disciplina dell’equo compenso per la professione forense, sottoscritto dal Guardasigilli e dal presidente del Consiglio nazionale forense (Cnf) Andrea Mascherin. Equo compenso: il monitoraggio parte per gli avvocati Il Ministro Bonafede, come scrive su Facebook, considera l’istituzione del nucleo una “notizia per tutti gli avvocati ma anche per tutti i liberi

BIM, diffusione sempre più capillare e operatori consapevoli

BIM, diffusione sempre più capillare e operatori consapevoli

03/07/2019 – Oltre la metà degli studi di progettazione intervistati conoscono e utilizzano il BIM, il 40% lo conosce ma lo usa poco o per niente, quasi la metà del campione ha già adottato il BIM nei propri progetti. È questa, in sintesi, la ‘fotografia’ del BIM in Italia scattata dall’indagine promossa da ASSOBIM, l’associazione nata per promuovere la diffusione del Building Information Modeling e sostenere l’attività dell’intera filiera tecnologica del BIM. L’indagine, cui ha partecipato un panel di oltre 600 operatori comprendente studi di progettazione, società di engineering, imprese di costruzioni e manutenzioni, committenza pubblica e privata e produttori

Edilizia residenziale pubblica, 22 milioni di euro ripartiti tra le Regioni

Edilizia residenziale pubblica, 22 milioni di euro ripartiti tra le Regioni

03/07/2019 – È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 16 maggio 2019 che ripartisce 22.480.752 euro tra le Regioni per il recupero degli alloggi di edilizia residenziale pubblica per le annualità 2019-2024. La Lombardia, con quasi 4 milioni di euro, si è accaparrata la quota maggiore di risorse. Seguono la Campania con circa 2,5 milioni di euro, il Lazio con circa 2,3 milioni di euro e la Sicilia con 2,1 milioni di euro. Case popolari: la storia del Piano Il provvedimento si inserisce nel percorso sull’edilizia residenziale pubblica cominciato con il “Piano casa Renzi” (DL 47/2014, convertito nella Legge

Architettura contemporanea, il Mibac finanzia i Festival

Architettura contemporanea, il Mibac finanzia i Festival

03/07/2019 – Promuovere e sensibilizzare il pubblico verso un’architettura di qualità attraverso il finanziamento di 3 festival da realizzare sul territorio nazionale (nord, centro e sud) con uno stanziamento complessivo di 240 mila euro. Questo l’obiettivo del bando “FESTIVAL DELL’ARCHITETTURA”, indetto dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane (DGAAP) del Ministero dei beni culturali (Mibac) e rivolto a enti pubblici e privati, istituzioni culturali e fondazioni. Architettura contemporanea: il bando per promuoverla I festival dovranno coinvolgere le comunità di riferimento e potranno presentare nuove programmazioni che abbiano l’obiettivo di sostenere, promuovere e sensibilizzare il pubblico verso l’architettura

BIM Report 2019: da ASSOBIM l’immagine di un mercato in crescita

BIM Report 2019: da ASSOBIM l’immagine di un mercato in crescita

03/07/2019 – Tutto il BIM in Italia “fotografato” dall’indagine sul mercato Building Information Modeling in Italia promossa da ASSOBIM, l’associazione nata per promuovere la diffusione del Building Information Modeling e sostenere l’attività dell’intera filiera tecnologica del BIM. L’indagine, cui ha partecipato un panel di oltre 600 operatori comprendente studi di progettazione, società di engineering, imprese di costruzioni e manutenzioni, committenza pubblica e privata e produttori di materiali e componenti, fornisce una fedele rappresentazione circa la diffusione del BIM in Italia, utile a focalizzare punti di forza e prospettive di sviluppo di questa metodologia e sensibilizzare ulteriormente istituzioni e player del

Nuove costruzioni, quando il vicino può fare ricorso?

Nuove costruzioni, quando il vicino può fare ricorso?

02/07/2019 – Nella fase di attuazione di un piano urbanistico, il vicino che si senta danneggiato dalla realizzazione degli interventi può fare ricorso per bloccare i lavori, ma solo a determinate condizioni. Lo ha affermato il Consiglio di Stato con la sentenza 4233/2019. Piano urbanistico, il vicino può fare ricorso? I giudici hanno affermato che il ricorrente deve fornire la prova concreta del danno subìto, come ad esempio il deprezzamento del valore del suo terreno o la compromissione del diritto alla salute e all’ambiente. Piano urbanistico e ricorso, il caso Nel caso preso in esame, con la variazione del piano

Sicurezza nei cantieri, l’Inail premia le migliori pratiche

Sicurezza nei cantieri, l’Inail premia le migliori pratiche

02/07/2019 – Promuovere la sicurezza nei cantieri attraverso la creazione di un archivio, utile e replicabile, di buone pratiche per la prevenzione di infortuni. Questa l’obiettivo del concorso nazionale “Archivio delle buone pratiche per la salute e sicurezza sul lavoro nei cantieri temporanei o mobili”, lanciato ieri dall’Inail e del Gruppo tecnico interregionale per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, in collaborazione con il Consiglio nazionale degli ingegneri (CNI) e la Rete delle professioni tecniche (RPT). Sicurezza nei cantieri: chi può partecipare al bando Il bando è inserito tra le azioni di sensibilizzazione previste dal Piano nazionale

Ecobonus, un condomino può fruirne per lavori sul tetto condominiale?

Ecobonus, un condomino può fruirne per lavori sul tetto condominiale?

02/07/2019 – Il contribuente che ha eseguito dei lavori di rifacimento del tetto a copertura dell’edificio condominiale e della mansarda di sua proprietà ha diritto a fruire della detrazione per il totale delle spese sostenute, anche eccedenti rispetto a quelle a lui imputabili in base ai millesimi di proprietà, comunque entro il limite massimo di 60mila euro. A chiarirlo l’Agenzia delle Entrate nella Risposta 213/2019 al quesito di un istante che chiedeva delucidazioni su ecobonus e cessione del credito nel caso di lavori sul tetto sostenuti a titolo personale. Rifacimento tetto condominiale ed ecobonus L’Agenzia ha spiegato che per i

Prevenzione incendi, in arrivo nuove norme per le autorimesse

Prevenzione incendi, in arrivo nuove norme per le autorimesse

02/07/2019 – In arrivo una revisione della norma antincendio per le autorimesse con superficie lorda utile superiore a 300 mq. Il Consiglio Nazionale Ingegneri, infatti, ha messo a disposizione degli ingegneri, invitandoli a formulare e trasmettere eventuali osservazioni tecniche, la bozza di revisione della Regola Tecnica Verticale (RTV) sulle autorimesse così come approvata nella seduta del Comitato Centrale Tecnico Scientifico (CCTS) del 18 giugno scorso. Prevenzione incendi autorimesse: cosa prevede la RTV Il provvedimento definisce ‘autorimessa’ e superficie lorda utile dell’autorimessa e classifica le autorimesse in relazione: 1) alle caratteristiche prevalenti degli occupanti; 2) alla superficie lorda; 3) alla quota

Fattura elettronica, a regime le nuove regole

Fattura elettronica, a regime le nuove regole

01/07/2019 – La fattura elettronica entra a pieno regime. Da oggi dovrà essere emessa entro 12 giorni dal momento dell’effettuazione dell’operazione di cessione del bene o di prestazione del servizio. In caso di ritardi scatteranno inoltre una serie di sanzioni. Fattura elettronica, emissione entro 12 giorni Il 1° luglio rappresenta l’entrata a regime della fatturazione elettronica, dopo un periodo transitorio di sei mesi. Il decreto “Fiscale” (DL 119/2018, convertito nella Legge 136/2018) aveva stabilito un termine di 10 giorni per l’emissione della fattura, ma i termini sono stati poi allungati a 12 giorni dalla Legge per la “Crescita”. In realtà

Translate »