Distanze tra pareti finestrate, anche i balconi vanno conteggiati

27/03/2019 – Le regole sulle distanze tra pareti finestrate valgono anche quando le finestre siano presenti solo su una delle pareti. Una parete dotata di balconi viene considerata fuinestrata. Di conseguenza, per il calcolo delle distanze bisogna tenere presenti i balconi.

Le spiegazioni sono contenute nella sentenza 4834/2019 con cui la Cassazione ha ribadito che i regolamenti edilizi comunali non possono derogare alle norme sulle distanze tra edifici stabilite dal DM 1444/1968.

Distanze tra pareti finestrate e balconi
Secondo la Cassazione, per pareti finestrate devono intendersi non solo le pareti munite di vedute, ma più in generale tutte le pareti munite di aperture di qualsiasi genere verso l’esterno.

L’obbligo del rispetto della distanza minima assoluta di 10 metri tra pareti finestrate di edifici antistanti, ha aggiunto la Cassazione, deve essere applicato anche nel caso in cui una sola delle pareti che si fronteggiano sia finestrata.

La..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »