Abruzzo, via libera alla legge per l'equo compenso

19/06/2019 – Il Consiglio regionale abruzzese ha approvato all’unanimità la legge in materia di tutela delle prestazioni professionali e di equo compenso.

Il testo nasce dalla fusione di tre distinti provvedimenti legislativi: il primo a firma del Presidente Lorenzo Sospiri (FI) e del consigliere Emiliano Di Matteo (Lega) e i restanti a firma dei consiglieri del M5S, Smargiassi e Marcozzi.

“Una proposta che vuole aiutare i liberi professionisti, architetti, ingegneri, avvocati, commercialisti, geologi, ad incassare quanto dovuto per le loro prestazioni professionali secondo un tariffario individuato con gli Ordini, ed impedire il ricorso a metodi di pagamento irregolari”, ha affermato Sospiri.

“D’ora in avanti – ha aggiunto il Presidente della Terza Commissione, Emiliano Di Matteo – un architetto o un ingegnere che andranno in un Comune a ritirare una concessione edilizia, prima di chiudere l’iter dovranno presentare..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »