Antisismica, le soluzioni per i controsoffitti

12/03/2020 – L’Italia è un Paese a rischio sismico e, di conseguenza, i progettisti devono tener conto della normativa antisismica quando progettano parti strutturali e non degli edifici.

Il rischio sismico è determinato dalla combinazione di 3 fattori: pericolosità, vulnerabilità ed esposizione. La pericolosità rappresenta la forza e la frequenza dei terremoti, la vulnerabilità è la propensione di una struttura a subire un danno di un determinato livello, a fronte di un evento sismico di una data intensità, l’esposizione riguarda natura, qualità e quantità dei beni esposti, quali persone e densità abitativa, beni culturali, storici e artistici.

L’obiettivo di un progettista è realizzare edifici sempre più resilienti al sisma in modo che continuino ad essere operativi durante e dopo un evento catastrofico.

La normativa antisismica..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »