Beni culturali dismessi, proposta la 'Mappa dell'abbandono'

01/10/2019 – 3 milioni di euro per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021 per realizzare una “Mappa dell’abban­dono” che censisca il patri­monio di rilevanza culturale in stato di de­grado e ne favorisca il recupero.

A prevederlo il ddl 1306, presentato da Michela Montevecchi (vicepresidente M5S della 7a Commissione Cultura del Senato), che riprende delle proposte fatte in occasione del NaDef 2018.

Patrimonio culturale dismesso: l’importanza del censimento
Il ddl intende predisporre una “Mappa dell’abbandono” dei beni e dei siti di rilevanza culturale, compresi i complessi industriali di­smessi, per consentirne il riutilizzo per scopi produttivi, commerciali, ricreativi, pubblici o privati.

Il ddl affida al Ministero per i beni culturali il compito di predisporre tale censimento; la mappa dovrà distinguere i beni di proprietà pub­blica da quelli di proprietà privata..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »