12/03/2020 – Se l’amministratore di condominio non effettua il “bonifico parlante” e causa la perdita della detrazione fiscale per gli interventi eseguiti sulle parti comuni dell’edificio, deve pagare un risarcimento pari alla somma che il condomino avrebbe potuto detrarre.

Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza 6086/2020.

Pagamenti e responsabilità dell’amministratore, il caso
Nel caso esaminato, un condomino aveva fatto causa all’amministratore perché, a causa delle modalità di pagamento da questi utilizzate, non aveva potuto usufruire del bonus ristrutturazioni.

Il Tribunale Ordinario aveva dato ragione al condomino, riconoscendogli il diritto ad essere risarcito della somma che, se l’amministratore avesse agito correttamente, avrebbe potuto portare in detrazione dalle imposte.

Bonus casa in condominio, le responsabilità dell’amministratore
La responsabilità..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »