Bonus facciate, le istruzioni per sfruttarlo al meglio

30/03/2020 – Anche se al momento le principali attività in cantiere sono ferme, i progettisti possono ‘sfruttare’ questo periodo per approfondire il funzionamento delle detrazioni fiscali legate alla riqualificazione dell’esistente, come il nuovo bonus facciate.

L’Enea, infatti, ha pubblicato un Vademecum sul Bonus Facciate in cui spiega per quali interventi è necessario l’invio dei dati all’Enea, quali sono i requisiti tecnici che bisogna assicurare e quale documentazione è necessario produrre.

Bonus facciate: gli interventi con obbligo di comunicazione all’Enea
L’Enea ricorda che gli interventi sulle strutture opache verticali delle facciate esterne per i quali occorre trasmettere i dati all’ENEA sono:
– quelli influenti dal punto di vista energetico;
– quelli che interessano l’intonaco per oltre il 10% della superficie disperdente lorda complessiva degli edifici esistenti,..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »