05/03/2020 – Quando un difetto in un immobile può essere considerato grave? Capirlo con certezza è importante, perché da questa valutazione dipendono i termini a disposizione dell’acquirente per agire e ottenere un risarcimento.

Con la sentenza 22093, la Cassazione ha spiegato che un vizio è grave non soltanto se mette a rischio la stabilità dell’edificio, ma anche se provoca effetti che ne compromettono l’utilità.

Difetti nel cappotto termico, il caso
I giudici si sono pronunciati sul contenzioso sorto tra il costruttore/venditore e gli acquirenti di alcuni immobili.

Gli acquirenti avevano citato in giudizio il venditore per una serie di vizi emersi nelle parti comuni e nei singoli appartamenti, chiedendogli un risarcimento di 50mila euro. Il Tribunale ordinario respinse le richieste degli acquirenti, sostenendo che, in quanto tali, avrebbero dovuto agire secondo i termini contenuti nell’articolo..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »