23/03/2020 – Il sismabonus, la detrazione fiscale che incentiva il miglioramento sismico del patrimonio edilizio, oltre che ai lavori sugli edifici esistenti, si applica anche all’acquisto di case antisismiche.

“Ma come possono sfruttare appieno questi vantaggi i contribuenti con limitata capacità fiscale?” – si è domandato un membro della community di Edilportale.

L’acquirente di una casa antisismica può utilizzare il sismabonus acquisti in modo diretto o indiretto. Nel modo diretto l’importo ammesso in detrazione verrà direttamente scomputato dall’irpef o dall’ires dovuta, nel modo indiretto può cedere il credito a favore dell’imprese esecutrici degli interventi o a soggetti terzi collegati.

A titolo esemplificativo, si ipotizza l’acquisto di un’unità immobiliare antisismica con prezzo di vendita pari a 250.000 euro e agevolato con il sismabonus acquisto all’85%..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »