10/09/2019 – La consultazione sul regolamento attuativo del Codice Appalti si è conclusa, ma nel programma del nuovo Governo non c’è un riferimento esplicito alla riforma dei contratti pubblici. Nessuna menzione neanche per l’attuazione dello Sblocca Cantieri. Non c’è ancora nessun elenco ufficiale di opere prioritarie da far ripartire nell’immediato, né indicazioni sulla nomina dei commissari che dovranno gestire le opere da completare con urgenza.

Dando per scontato che anche per il nuovo Esecutivo sia una priorità creare regole certe e chiare per gli appalti e portare a conclusione i cantieri fermi, si può ipotizzare che il confronto sia aperto sulle modalità con cui raggiungere questi obiettivi.

Codice Appalti e regolamento unico
La riforma del Codice Appalti del 2016 è stata varata dal Pd sulla base di una legge delega che ha recepito le direttive europee in materia di contratti pubblici…
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »