Condono edilizio, la Regione può porre limiti alla legge nazionale

04/09/2019 – Legittima la Legge Regionale 23/2004 dell’Emilia Romagna, che limita l’applicazione del condono edilizio alla trasformazione dei sottotetti in abitazioni. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale con la sentenza 208/2019.

Condono edilizio e limiti regionali, il caso
Il Comune di Cesena aveva respinto una domanda di condono edilizio, effettuata ai sensi delle Legge 326/2003, per la regolarizzazione di un intervento di ristrutturazione edilizia consistente nella costruzione di un solaio intermedio in una porzione di attrezzatura agricola con conseguente creazione di due unità abitative, una per piano, e realizzazione di un piano interrato.

Secondo il responsabile dell’abuso, l’intervento possedeva i requisiti per ottenere il condono edilizio, ma la legge regionale aveva definito condizioni maggiormente restrittive di ammissibilità alla sanatoria.

Condono edilizio, ok ai limiti regionali
Durante il contenzioso,..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »