Coronavirus, gli studi professionali possono restare operativi

23/03/2020 – Ingegneria civile, impiantistica, studi di architettura e d’ingegneria, attività professionali, scientifiche e tecniche. Sono alcune delle attività che possono proseguire, secondo il DPCM 22 marzo 2020 pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale.

Il DPCM dispone che, per contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, da oggi e fino al 3 aprile 2020, sono sospese tutte le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell’allegato 1 al DPCM 22 marzo 2020 stesso.

Tra le eccezioni che, quindi, possono restare operative, qui di seguito elenchiamo quelle relative ai settori di nostro interesse:

42 Ingegneria civile
43.2 Installazione di impianti elettrici, idraulici e altri lavori di costruzioni e installazioni
71 Attività degli studi di architettura e d’ingegneria; collaudi ed analisi tecniche
74 Attività professionali, scientifiche e tecniche
94..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »