Coronavirus, la filiera edilizia e arredamento chiede il 'Piano Bridge'

03/04/2020 – Come filiera dell’edilizia sentiamo la responsabilità “di guardare fin da ora al dopo, a quando dovremo ricostruire questo Paese (grandi opere, rigenerazione urbana, efficientamento energetico, efficientamento sismico, ecc.). Sappiamo infatti che saremo il solo settore che, seppur martoriato e ferito come tutti gli altri, potrà mettersi a lavorare da subito per tutti, con ricadute positive anche per altri settori della nostra economia ai quali servirà necessariamente più` tempo per ripartire, perché´ legati alla ripresa dei consumi interni oltre che internazionali”.

Federcomated: ‘chiediamo interventi immediati’
“Per questi motivi, dopo un attento esame della memoria inoltrata da Confcommercio alla Commissione Bilancio del Senato in merito ai contenuti del decreto ‘Cura Italia’, oltre a condividerne pienamente l’analisi e le proposte avanzate per FARE DI PIÙ,..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »