Equo compenso, dal M5S un ddl per tutelare i professionisti che lavorano con i privati

21/06/2019 – “Quante volte i tecnici hanno completato la propria opera ma non sono stati pagati? Col disegno di legge a mia prima firma, si vuole tutelare la professione tecnica nelle attività con la committenza privata, allargando il perimetro di applicazione dell’equo compenso, e contrastare il fenomeno dell’evasione fiscale”.

Così il senatore del Movimento 5 Stelle, Agostino Santillo, sui social network. “In particolare – spiega -, l’intervento normativo è preordinato a garantire ai liberi professionisti di incassare il compenso pattuito per le prestazioni professionali rese alla committenza privata, pena il mancato rilascio del titolo richiesto dal committente privato!”.

Il disegno di legge – prosegue Santillo – prescriverà che ogni istanza presentata alla pubblica amministrazione nell’ambito dello svolgimento di prestazioni professionali rese alla committenza privata nei settori nei quali..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »