Equo compenso, nasce il Nucleo di monitoraggio (ma solo per gli avvocati)

03/07/2019 – Nasce il ‘Nucleo Centrale di monitoraggio della disciplina dell’equo compenso’ ma, al momento, interessa solo gli avvocati piuttosto che tutti i liberi professionisti.

È stato, infatti, firmato ieri, nello studio del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, il protocollo d’intesa per l’istituzione del Nucleo Centrale di monitoraggio della disciplina dell’equo compenso per la professione forense, sottoscritto dal Guardasigilli e dal presidente del Consiglio nazionale forense (Cnf) Andrea Mascherin.

Equo compenso: il monitoraggio parte per gli avvocati
Il Ministro Bonafede, come scrive su Facebook, considera l’istituzione del nucleo una “notizia per tutti gli avvocati ma anche per tutti i liberi professionisti’; tuttavia l’accordo prevede che il monitoraggio avvenga grazie a una rete che opererà a livello locale, con la partecipazione dei Nuclei locali disposti dai Consigli dell’ordine degli..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »