04/10/2019 – La disciplina dell’equo compenso non mette al riparo i professionisti dal pericolo dei bandi gratis da parte della Pubblica Amministrazione (PA); secondo il Tar, infatti, la norma va intesa “nel senso che, laddove il compenso in denaro sia stabilito, esso non possa che essere equo”. In pratica se non è previsto compenso non si applica la norma che ne garantisce l’equità.

Questa la conclusione contorta e sconcertante a cui i giudici del Tar del Lazio giungono nella Sentenza 11411/2019 che ha dichiarato legittimo l’avviso pubblico del Ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef) del 27 febbraio scorso, nel quale si chiedeva la manifestazione di interesse per incarichi professionali di consulenza a titolo gratuito.

Incarichi professionali senza compenso: il bando del Mef
Ricostruiamo la vicenda: nel febbraio 2019 il Mef ha pubblicato un avviso finalizzato “a cercare un supporto tecnico ad elevato..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »