27/09/2019 – Il suolo su cui è stata realizzata una lottizzazione abusiva può essere confiscato anche se le opere realizzate senza permesso sono state rimosse e se il reato è andato in prescrizione. Si è espressa in questo senso la Corte di Cassazione con la sentenza 39320/2019.

Abusi edilizi, prescrizione e confisca
Nel caso preso in esame dai giudici, un soggetto era stato processato per aver trasformato in modo permanente l’assetto del territorio attraverso la suddivisione del suolo con recinzioni e la realizzazione di un campo per roulottes.

Durante lo svolgimento del processo, le opere abusive erano state rimosse e il reato era caduto in prescrizione. Il Tribunale territoriale aveva quindi prosciolto l’imputato e revocato l’ordine di confisca dei terreni su cui erano state realizzate le opere senza permesso.

Abusi edilizi, la prescrizione non salva dalla confisca
La Cassazione ha ribaltato la decisione..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »