Pandemia coronavirus: miopie strategiche

19/03/2020 – È davvero singolare come la classe politica che governa i paesi della terra, in particolare le grandi nazioni che ambiscono esercitare una leadership morale (tra cui Stati Uniti ma anche i paesi riuniti nell’Unione Europea) stia affrontando il gravissimo problema della pandemia provocata dal coronavirus.

Sembra esserci in atto una sorta di fatalismo imperante e generalizzato, come se ci si trovasse di fronte a un catastrofico evento naturale sul quale intervenire soltanto per gli effetti immediati, auspicando e pregando che tutto si concluda al più presto possibile. Così l’attenzione si concentra su interventi pur indispensabili di breve termine, effettuati per tentare di risolvere gli effetti negativi più immediati: si corre ad attrezzare ospedali insufficienti, si cerca di rifornirsi di strumenti di prevenzione peraltro scarsi (mascherine facciali, ventilatori polmonari e via dicendo), si arruola alla meglio nuovo personale medico..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »