Performance ambientali, da Legambiente la 'fotografia' dell'Italia

30/10/2019 – L’Italia si sviluppa in maniera disomogenea: una parte è dinamica, attenta alle nuove scelte urbanistiche, ai servizi di mobilità, alla progressiva restituzione di vie e piazze ai cittadini e alla crescita degli spazi naturali; ma una lettura d’insieme delle aree urbane restituisce anche emergenze, criticità e troppe performance ambientali scadenti o pessime, a cominciare dall’allarme smog o dal ciclo dei rifiuti.

Questa la fotografia scattata dal rapporto Ecosistema Urbano 2019, la ricerca di Legambiente, Ambiente Italia e Il Sole 24 Ore sulle performance ambientali dei capoluoghi di provincia che vede in testa alla classifica Trento, Mantova, Bolzano, Pordenone e Parma.

Performance ambientali: il quadro generale
Gli indicatori parlano anche quest’anno di un’Italia che si muove in maniera disomogenea. Nel complesso migliora, ma sono tante le città in allarme smog o incapaci di..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »