Progettazione, CNI: 'si avvertono i primi effetti del ritorno all'appalto integrato'

15/10/2019 – Il mercato dei servizi di ingegneria e architettura comincia ad avvertire i primi effetti dell’entrata in vigore del Decreto Sblocca Cantieri: a fronte di una ulteriore crescita degli importi a base d’asta complessivi per le gare di questa tipologia di servizi, si registra un leggero rallentamento del tasso di crescita per i bandi per i servizi ‘tipici’, ossia quelli che non comprendono gli accordi quadro, i concorsi di idee e di progettazione e i bandi con esecuzione dei lavori.

Nonostante la frenata, il bimestre luglio-agosto 2019 si chiude comunque con un +71% rispetto al medesimo bimestre del 2018 (ma alla fine di giugno si era a +109%) con un importo cumulato che arriva a sfiorare i 558 milioni di euro contro i 326 dei primi 8 mesi del 2018.

È quanto emerge dalla consueta analisi sul mercato dei Sia effettuato dal Centro Studi CNI.

Le diverse misure contenute nel Decreto Sblocca Cantieri (DL 32/2019, convertito..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »