27/01/2020 – Strumento per contrastare il degrado urbano e migliorare la qualità della vita o rischio di sovrapposizione normativa e blocco dei cantieri? Regione Puglia, Ordini professionali e Associazione nazionale dei costruttori edili (Ance) si stanno confrontando sul testo della legge sulla bellezza del territorio pugliese.

Il ddl sulla bellezza del territorio pugliese
I lavori per la stesura della legge sulla bellezza sono iniziati nel 2018, con le riunioni di un tavolo composto da accademici, giuristi e rappresentanti dei professionisti.

Il disegno di legge mira a proteggere le bellezze del territorio perseguendo la qualità costruttiva degli interventi edilizi. La norma prevede l’abbattimento o il recupero dei “detrattori di bellezza”, cioè edifici abusivi, ecomostri e vuoti urbani e la realizzazione di nuovi spazi urbani ed edifici performanti senza consumo di suolo.

Non si tratta, ha spiegato l’Assessore..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »