29/11/2019 – “Rilanciare l’appalto integrato, sulla base di un progetto preliminare, significa mortificare la centralità del progetto”. Così il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori esprime il proprio dissenso sui contenuti della bozza di Regolamento attuativo del Codice dei contratti.

“La centralità del progetto costituisce un elemento fondamentale per la qualità delle opere pubbliche” – afferma il Presidente Giuseppe Cappochin. Siamo convinti che lo strumento migliore per rilanciarla e per promuoverla sia il concorso di progettazione a due gradi che oggi viaggia veloce sulle piattaforme informatiche, consentendo alle amministrazioni pubbliche di acquisire un progetto di fattibilità in tempi ridotti”.

“Basti pensare al ‘Parco del Ponte’, il concorso internazionale di progettazione, bandito dal Comune di Genova dopo il crollo del Ponte..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »