Regolamento edilizio tipo in Puglia, come si coniuga con le tecniche costruttive tradizionali

06/09/2019 – Con la delibera 1550/2019, la Regione Puglia ha adottato la circolare applicativa del Regolamento edilizio tipo (RET). Il documento risponde ai dubbi, sollevati dai Comuni, sull’applicazione delle definizioni uniformi contenute nel RET e della loro compatibilità con il principio che impone agli Enti locali di mantenere invariate le previsioni dimensionali della propria strumentazione urbanistica generale.

La circolare si è concentrata sui concetti di superficie accessoria e altezza degli edifici.

Superficie accessoria, i chiarimenti della circolare
La circolare esordisce spiegando che la superficie accessoria si misura in metri quadri. Il regolamento edilizio comunale può stabilire la quantità massima dei locali cantina, servizio o deposito realizzabili in rapporto alle unità immobiliari. La SA comprende unicamente le superfici e gli ambienti pertinenziali aventi rapporto di strumentalità rispetto all’edificio..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »