25/09/2019 – Lo sconto alternativo all’ecobonus e al sismabonus non piace agli addetti ai lavori. Tanto che, subito dopo l’entrata in vigore della novità, introdotta dal Decreto Crescita si è messa in moto la macchina della modifica normativa.

Imprese e associazioni ritengono che lo sconto immediato in fattura, da recuperare in cinque anni sotto forma di credito di imposta da utilizzare in compensazione, è un’opzione praticabile solo dalle grandi aziende, che rischia di provocare una crisi di liquidità nelle realtà più piccole.

Sconto immediato in fattura, coinvolgere le banche
Per contrastare questo rischio, sono stati presentati diversi disegni di legge per l’abrogazione o la modifica della misura.

Una proposta, presentata da Fratelli d’Italia al Senato, si prefigge di non interrompere il circolo virtuoso innescato dall’ecobonus che, come si legge nell’introduzione del..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »