14/10/2019 – Il sismabonus per l’acquisto di case antisismiche può essere concesso in caso di demolizione e ricostruzione con aumento volumetrico? Sì, spiega l’Agenzia delle Entrate con l’interpello 409/2019, ma solo a determinate condizioni legate alla data di inizio dei lavori e alla normativa urbanistica locale.

Sismabonus acquisto case antisismiche, il caso
Un’impresa di costruzione si è rivolta all’Agenzia delle Entrate perché, dopo aver demolito alcuni edifici collabenti in zona a rischio sismico 2 e costruito, al loro posto, delle case unifamiliari, intendeva venderle proponendo ai suoi acquirenti il bonus per l’acquisto di case antisismiche.

Dato che la ricostruzione aveva comportato un aumento della volumetria, ai sensi dalla normativa regionale sul Piano Casa, l’impresa ha chiesto se avesse comunque diritto all’agevolazione.

L’impresa era convinta che il sismabonus..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »