07/11/2019 – Si può usufruire del sismabonus solo se il procedimento per l’autorizzazione degli interventi è iniziato dopo il 1° gennaio 2017. Lo ha spiegato l’Agenzia delle Entrate con l’interpello 467/2019.

Nel caso in cui il procedimento di autorizzazione sia iniziato prima, si può accedere alla detrazione del 50%. I lavori di miglioramento e adeguamento antisismico rientrano infatti nel range di applicazione del Bonus Ristrutturazioni. Solo a partire dal 2017, per incentivare la messa in sicurezza del patrimonio edilizio, è stato riconosciuto a questi interventi un bonus maggiore.

Risanamento conservativo e miglioramento antisismico, il caso
Il caso preso in esame dall’Agenzia delle Entrate riguarda il risanamento conservativo di un condominio minimo. Per l’intervento, ad aprile 2016 era stato richiesto il permesso di costruire, poi ottenuto ad agosto dello stesso anno.

Dopo l’introduzione..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »