13/02/2020 – Per velocizzare la realizzazione di un edificio si possono utilizzare strutture prefabbricate assemblando componenti costruiti in fabbrica e poi trasportati sul sito di costruzione.

La prefabbricazione non è semplicemente un processo di montaggio in cantiere che si effettua in un solo modo e con lo stesso risultato; in alcuni casi, infatti, consente al progettista di ricavare diverse composizioni a partire dagli stessi elementi.

Inoltre, si possono utilizzare diversi materiali, sia per la struttura sia per le finiture e i tamponamenti. Tra i materiali più utilizzati nella prefabbricazione ci sono il cemento armato, l’acciaio, il legno e il cartongesso.

Vi sono, inoltre, soluzioni totalmente prefabbricate in cui non è necessario assemblare i vari elementi in quanto si utilizza un modulo prefabbricato unico in cui sono già posti all’interno tutti i componenti necessari alla funzionalità complessiva della..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »