Valorizzazione edilizia, a quali fabbricati si applicano gli incentivi del Decreto Crescita?

09/03/2020 – A quali fabbricati si applicano gli incentivi di valorizzazione edilizia previsti del Decreto Crescita?

A chiarire questo ed altri aspetti è il Notariato nello Studio n. 12-2020/T in cui affronta le problematiche che hanno dato luogo a quesiti rivolti all’Ufficio Studi.

Valorizzazione edilizia: le misure del DL Crescita per ‘interi edifici’
Lo studio analizza la norma del Decreto Crescita che prevede, fino al 31 dicembre 2021, che le imprese di costruzione o di ristrutturazione immobiliare che acquistano ‘interi fabbricati’ per demolirli e ricostruirli, anche con variazione volumetrica, o per effettuare interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, per poi rivenderli entro i successivi 10 anni, pagheranno l’imposta di registro e le imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di euro 200 ciascuna.

Il Notariato ha evidenziato..
Continua a leggere su Edilportale.com


Nota: questo articolo è stato ripreso da un altro sito web attraverso un sistema automatico di news aggregation. Tutti i diritti sono dei legittimi proprietari.


Translate »